Il nuovo Patto per la migrazione servirà a “ricostruire la fiducia tra gli Stati membri e i cittadini”, “l’Ue ha già dato prova in altre aree di essere capace di conciliare prospettive diverse”, come sul Recovery fund. Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen presentando il nuovo Patto su immigrazione e asilo dell’Ue. “L’Europa deve abbandonare le soluzioni ad hoc per mettere in atto un sistema di gestione delle migrazioni prevedibile e affidabile”, ha aggiunto, “uuesto pacchetto riflette un equilibrio giusto tra la responsabilità e la solidarietà fra Stati membri”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, la proposta della Commissione Ue: “Alleggerire peso su Paesi di primo approdo, ricollocamenti o rimpatri rapidi automatici”

next