Alle Mauritius è corsa contro il tempo per cercare di limitare i danni della disastrosa perdita di petrolio causata da un’imbarcazione che si è arenata sulla barriera corallina e dalla quale fino a due giorni fa erano sono fuoriuscite oltre mille tonnellate di greggio. I tecnici e gli uomini dei soccorsi hanno finalmente individuato la crepa dalla quale è fuoriuscito il carburante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Plastica nei laghi italiani, Legambiente: “Microparticelle in tutti quelli esaminati”

next
Articolo Successivo

Quattro milioni di api morte in due giorni tra Brescia e Cremona: indagano i Forestali

next