Si chiama ‘spuma block‘: è un sistema di protezione che avvolge le banconote in una resina resistente al taglio e alla bruciature. Grazie a questo meccanismo, spiegano gli investigatori, i rapinatori che lunedì sera hanno assalto il portavalori che viaggiava sull’autostrada A14 alla fine hanno rubato “solo pochi spiccioli“. Il mezzo della ditta Sicuritalia, di colore bianco, è stato bloccato tra Cerignola e Canosa di Puglia, nel Foggiano: otto banditi armati con kalashnikov, che hanno sparato numerosi colpi, hanno cosparso l’asfalto di chiodi e hanno fermato la circolazione con auto incendiate, poi hanno circondato il portavalori.

Quando la banda ha cominciato a tagliare il portellone del mezzo blindato con un flessibile, si è però attivato il sistema di protezione: il vano che conteneva le banconote si è riempito in breve tempo della speciale spuma a presa rapida che non consente di fatto di rubare i contanti, perché forma attorno a essi una resina dura. I rapinatori, evidentemente a conoscenza del sistema di protezione, si sono dati alla fuga senza bottino. Secondo le indagini, ad agire potrebbe essere stata la stessa banda che lo scorso 24 luglio, nella stessa zona, ha tentato un altro assalto fallito per il passaggio in quel di un mezzo della polizia. La polizia di Stato da ieri sera è alla ricerca dei rapinatori anche con l’aiuto di un elicottero del reparto volo di Bari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vicenza, poliziotto ferma giovane di colore con stretta al collo. Gli amici filmano e denunciano: “Non aveva fatto niente, è razzismo”

next
Articolo Successivo

In Sardegna stop a tutte le discoteche, anche quelle all’aperto: valgono le regole del governo (che le vorrebbe chiuse)

next