“In questo momento io leggo che lo Stato prende il controllo di una infrastruttura che sappiamo tutti come è stata gestita finora. Io non ricordo, nel paese dove tutti gli scandali finiscono a tarallucci e vino, una famiglia di potenti presa a schiaffi come è stata presa ieri notte a schiaffi la famiglia Benetton grazie alla durezza di M5s e di Conte che ha sposato la linea M5s”. Lo ha detto l’ex parlamentare ed esponente M5s, Alessandro Di Battista, che con un video su Facebook ha voluto commentare l’accordo raggiunto nella notte su Autostrade. Tema su cui Di Battista ha sempre insistito per la linea dura. “Io sono molto soddisfatto – ha sottolienato e guardate che non sono obbligato a difendere le scelte del governo. Non volevo il governo col Pd e ho criticato in passato M5S quando l’ho ritenuto opportuno, per esempio sulla questione Descalzi”.

A Di Battista però ha replicato la consigliera regionale M5s Roberta Lombardi, dicendo di non apprezzare il linguaggio del collega: “Caro Alessandro”, ha scritto su Twitter. “Lo Stato serve il bene comune, non gli interessi privati. Esclude i potenti dalla gestione della Cosa Pubblica. Li mette alla porta, come con i Benetton su Autostrade, ma non li prende a schiaffi, parlando la loro stessa arroganza”. Lombardi ha scelto di accompagnare il post con l’hashtag #leparolesonoimportanti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Autostrade, l’esultanza dell’ex ministro Toninelli per l’accordo: “Senza M5s al governo tutto questo non sarebbe accaduto”

next
Articolo Successivo

Autostrade, Conte: “L’interesse pubblico ha prevalso su un grumo di interessi privati. Ha vinto lo Stato. Hanno vinto i cittadini”

next