Nella puntata di “Fratelli di Crozza”, in onda il venerdì in prima serata sul Nove e in live streaming su DplayMaurizio Crozza per la prima volta veste i panni del presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che si pronuncia sulla riapertura delle discoteche e dei cinema:Sa perché noi possiamo riaprire dopo 116 giorni di contagio? Per l’igiene che abbiamo noi nello Stato del Veneto. È un fatto culturale che abbiamo di lavarsi, farsi la doccia, pulirsi le mani con lo Swiffer, i denti con l’Anitra Wc. Noi facciamo la doccia, ci asciughiamo e subito la rifacciamo perché abbiam toccato l’asciugamano”.

E aggiunge: “Qui in Veneto c’è gente che non esce dal bagno da vent’anni. È proprio un fatto culturale ma anche il mangiare, il frigorifero, il tonno. Uno dice: cosa c’entrano il frigorifero e il tonno? In Cina abbiamo visto tutti che mangiano i topi vivi. E’ per quello che hanno avuto il Covid. Ragionateci un po’ sopra. Noi in Veneto mangiamo le schie… va che belli… i gamberetti della laguna”

Live streaming, episodi completi e clip extra su Dplay.com

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crozza e l’appello a Franceschini: “I lavoratori dello spettacolo e della cultura scendono in piazza. Ti prego, ascoltali e soprattutto ‘granali'”

next
Articolo Successivo

Crozza: “Sei di Torino e vuoi andare in Puglia? Vai a Pinerolo. Affitti una casetta, smussi gli angoli e diventa un trullo”

next