Tana libera tutti – Quando si tratta di ridere, però, sceglietevelo voi. Mai come in questo momento la risata deve essere tanto liberatoria quanto individuale. Dicessi Totò e Peppino in Chi si ferma è perduto scontenteremmo la mezza Italia che preferirebbe la supercazzola di Ugo Tognazzi in Amici Miei. Dicessimo il Benigni bestemmiatore in Berlinguer ti voglio bene verremmo guardati in cagnesco da quelli che dicono il Benigni di Johnny Stecchino. Avessimo scelto la terribile acqua Bertier del Secondo tragico Fantozzi avremmo fatto un torto ai fan di Diego Abatantunono in Eccezzziunale… veramente. Ad ogni singolo esserino sulla terra il proprio momento di comicità. Perché anche in mezzo all’angoscia ricordatevi di ridere.

INDIETRO

Coronavirus, avete bisogno di qualcuno che vi consigli un bel film da (ri)vedere? Siamo qui per voi: eccone alcuni per distrarsi un po’

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Me ne sono perdutamente innamorato da bambino”, Steven Spielberg annuncia il remake di West Side Story

next
Articolo Successivo

Coronavirus, è morta Lucia Bosè. Addio all’attrice madre del cantante Miguel: aveva 89 anni

next