Ci vorrebbe un amico… – Chissà se Antonello Venditti è ancora seduto al tavolo del ristorante ne La grande bellezza di Paolo Sorrentino. L’amico “per poter dimenticare il male” farebbe davvero piacere averlo di fianco adesso. Un abbraccio, una bella lite di quelle epocali, un bottiglia di vino condivisa fino all’ultimo sorso. Lo so, i francesi sono molto sciovinisti, e un tantino con la puzza sotto al naso, ma prima di tornare ad azzuffarsi per le mascherine rubate, date un’occhiata a Piccole bugie tra amici (2010) di Guillaume Canet. Una commedia dove toccarsi mani, collo e spalle, dove sfiorarsi anche solo una guancia con sentimento e sincerità, è un atto prezioso e vitale. Qualcuno muore, qualcun altro ha il culo sempre girato, qualcun altro ancora è un gran rompiballe, è qualcuno un po’ stronzo, però insieme tutto attorno al tavolone dei giochi, mamma mia che gioia. Con un seguito non malaccio: Grandi bugie tra amici (2019)

INDIETRO

Coronavirus, avete bisogno di qualcuno che vi consigli un bel film da (ri)vedere? Siamo qui per voi: eccone alcuni per distrarsi un po’

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Me ne sono perdutamente innamorato da bambino”, Steven Spielberg annuncia il remake di West Side Story

next
Articolo Successivo

Coronavirus, è morta Lucia Bosè. Addio all’attrice madre del cantante Miguel: aveva 89 anni

next