Balla che ti passa – Quanto spazio avente in salotto? Nel corridoio? E in cucina? Prendete carta e penna o fate copia incolla. Di seguito alcuni brani da ripetere con il partner (a distanza siderale di un metro), in solitaria (come i single più coraggiosi), con il proprio cane (che nemmeno in The Artist), mentre in contemporanea scorre sullo schermo il film musical da cui sono tratti. Al terzo posto: Time Warp dal Rocky Horror Picture Show (1975) ovviamente seguendo il “jump to the left” e “hands on your hips” delle istruzioni del criminologo mentre il rock and roll di Richard O’Brien corre a mille. Secondo posto: twist a corpo libero e tentativo di imitazione delle mosse “fly”, “swim”, “bird”, “monkey”, come i guappi di Chicago durante “Shake a tail father” in The Blues Brothers (1980) seguendo le strofe lanciate da Ray Charles. Primo posto: saltando sul divano, perché sul cofano dell’auto è vietatissimo, il profetico Another day of sun tratto da La La Land (2018) sperando, e chi l’avrebbe mai detto, di tornare ad un bell’ingorgo sulla complanare magari incrociando come vicino di attesa in macchina Emma Stone (o Ryan Gosling).

INDIETRO

Coronavirus, avete bisogno di qualcuno che vi consigli un bel film da (ri)vedere? Siamo qui per voi: eccone alcuni per distrarsi un po’

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Me ne sono perdutamente innamorato da bambino”, Steven Spielberg annuncia il remake di West Side Story

next
Articolo Successivo

Coronavirus, è morta Lucia Bosè. Addio all’attrice madre del cantante Miguel: aveva 89 anni

next