Dichiarazioni a mezzo stampa e tweet, ospitate tv e accalorati discorsi alle assemblee Pd. Dal 2012 al 2017: cinque anni in cui Matteo Renzi ha ribadito in ogni forma di essere “il rottamatore”, il politico allergico “ai ricatti” dei partitini e delle minoranze interne, colui che “ascolta tutti ma poi decide”. Oggi però la situazione sembra ribaltata e Matteo Renzi appare la nemesi di se stesso. Perché in queste settimane è il leader di Italia Viva (partito dato al 3% dai sondaggi) a minacciare e a tenere in sospeso il governo Conte. Nel video una raccolta delle frasi più significative della sua trasformazione

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Renzi, la nemesi: è diventato il capo della “dittatura della minoranza”. Da “basta ricatti” alla paralisi del governo col mini-partito

next
Articolo Successivo

Renzi, Marcucci (Pd): “Sindaco d’Italia? Non è stagione di complicate riforme, ora fase 2 del governo”. Sul reddito: “Si discutano correzioni”

next