“Che emozione! Io esisto, e anche il Parlamento Europeo”, sono le parole scritte dalla senatrice a vita Liliana Segre nel libro riservato agli ospiti dell’istituzione di Bruxelles. Accolta dal presidente David Sassoli, la donna sopravvissuta alla Shoah ha aggiunto: “Non era questo il disegno di qualcuno”. La Segre ha anche scherzato con i fotografi: “Siate buoni con quelli di 90 anni a fare le fotografie”. A margine, mentre si dirigeva alla plenaria, parlando ai giornalisti ha aggiunto: “Il messaggio al Parlamento? Di speranza. Da nonna non posso che dare questo messaggio”. “Dicono che fomento odio verso il fascismo? Io sono una donna di pace. Se volessi fomentare l’odio non avrei portato in commissione una proposta di commissione che si chiama hate speech”, ha ricordato infine la Segre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondaggi Ixè, Lega in calo al 28,2%. Cresce Fdi: consensi per un terzo da ex elettori Carroccio. Fiducia nel governo sale di due punti

next
Articolo Successivo

Brexit, Farage: “Gianroberto Casaleggio? Grande persona. Da lui e Grillo nuovo modo di fare politica, ho provato a imitarli”

next