Tra le fibrillazioni di Italia Viva, che non ha partecipato al voto, e le proteste delle opposizioni di destra, la maggioranza regge sulla prescrizione e rinvia in commissione il disegno di legge Costa, la proposta del deputato di Forza Italia che punta a cancellare la riforma Bonafede. Il provvedimento è stato rimandato in commissione per 72 voti di scarto. “Siamo disponibili al confronto e apprezziamo l’apertura manifestata dal ministro Bonafede. Abbiamo presentato due emendamenti al Milleproroghe sull’abolizione dello stop alla prescrizione, che saranno esaminati tra una decina di giorni: questo è il tempo che diamo al governo per capire se si sta pensando a fare un lavoro serio per varare modifiche condivisibili”, ha sottolineato in Aula la deputata Lucia Annibali, capogruppo in commissione Giustizia di Italia Viva. La partita quindi è soltanto rinviata. “Ci manca un ultimo miglio e un rinvio potrebbe darci la possibilità di percorrerlo. Sarà la cartina tornasole per vedere se troveremo un accordo”, ha invece spiegato Federico Conte (LeU) chiedendo il rinvio a nome della maggioranza. Per Walter Verini del Pd, invece, la mossa dell’opposizione è solo una tentativo di “dividere la maggioranza”. Lo stesso ministro Bonafede, in Aula, aveva già sottolineato le divergenze all’interno delle diverse anime del governo sul tema prescrizione: “Ci stiamo confrontando. Il cantiere è aperto, il confronto è serrato e leale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5S, Dessì: “Sì a campo progressista con Pd e il resto del centrosinistra”. Buffagni: “No, restiamo autonomi. Altrimenti la gente vota l’originale”

next
Articolo Successivo

Roma, Salvini lancia la corsa al Campidoglio: manifestazione il 16, ma il nome non c’è. Raggi: “Staccate corrente, il rischio è che vi citofoni”

next