“Dobbiamo metter mano alla giustizia tributaria. Il mio obiettivo è quello di ridurre un grado di giudizio per la giustizia tributaria, sono sufficienti due gradi”, così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno. “Abbiamo poi da rilanciare e riorganizzare il sistema fiscale – ha continuato – Vogliamo agire per abbassare la pressione fiscale. Io realisticamente vi dico che se non vogliamo mandare il paese in bancarotta ed esporlo a una procedura di infrazione, dobbiamo lavorare in modo seria. L’unica prospettiva è contrastare l’evasione fiscale. Abbiamo già dato un segnale preciso, abbiamo completato una serie di misure che ci offriranno la possibilità di recuperare dall’economia sommersa importanti risorse. Quello è un furto”. Le stime, ha spiegato il premier, parlano di 100 miliardi di euro di economia sommersa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Conte, la conferenza di fine anno: “L’evasione un furto ai cittadini onesti”. Poi annuncia la divisione di scuola e università: “2 ministri”

next
Articolo Successivo

Conte, l’annuncio durante la conferenza stampa di fine anno: “Separiamo Scuola e Università in due ministeri. I nomi? Azzolina e Manfredi”

next