Alla vigilia del voto alla Camera per decidere se mettere il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in stato d’accusa, previsto mercoledì 18 dicembre, i sostenitori dell’impeachment sono scesi nelle piazze delle principali città statunitensi. “Trump è un criminale”, si legge in uno dei cartelli esposti durante le proteste. O ancora: “Make America great again. Impeach Trump“. Da Los Angeles a San Francisco, da Denver fino alla Casa Bianca, sono state cantate canzoni contro il presidente Usa.

Spetta alla Camera, controllata dai Democratici, decidere se mettere il presidente in stato d’accusa. Se ci saranno i voti, al Senato inizierà il processo vero e proprio. Il tycoon è accusato non solo di abuso di potere e ostruzione ai lavori del Congresso in un complesso caso che riguarda l’Ucraina, ma anche di corruzione. Secondo i Democratici la richiesta del magnate americano al presidente ucraino Volodymyr Zelensky di indagare i Biden, bloccando nel mentre gli aiuti militari Usa a Kiev, corrisponde alla definizione sia costituzionale che penale della corruzione. La parola, però, non viene mai usata in maniera esplicita nei due articoli elaborati dalla commissione giustizia della Camera.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Australia, il 17 dicembre è stato il giorno più caldo della storia: 40,9 gradi. Stagione di incendi senza precedenti – FOTO

next
Articolo Successivo

Libia, Di Maio: “Memorandum Tripoli-Ankara non ci piace, istituiremo un inviato speciale. Limiti nella gestione dei campi profughi”

next