“Non possiamo accontentarci delle parole mentre le emissioni di Co2 continuano ad aumentare. Adesso servono fatti”. È questo l’appello dei ragazzi di Fridays for Future che oggi sono scesi in piazza a Milano per il quarto sciopero globale per il clima. Il corteo, con cartelli e maschere, è partito da piazza Cairoli e si è snodato per le vie del centro.“A oggi il decreto clima è stato svuotato dei suoi contenuti più importanti. È insufficiente perché i tempi della transizione ecologica sono troppi lunghi” denunciano gli attivisti milanesi ricordando che “Venezia non si salverà se diventerà plastic free, ma si salverà se cambierà il modello di sviluppo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Clima, gli italiani sono i più ottimisti. Peccato siano pure sempre più incollati all’auto

next
Articolo Successivo

Milano, blitz dei manifestanti di Fridays for future contro Amazon. Pacchi davanti al negozio: “No a modello economico basato su sfruttamento”

next