“Non possiamo accontentarci delle parole mentre le emissioni di Co2 continuano ad aumentare. Adesso servono fatti”. È questo l’appello dei ragazzi di Fridays for Future che oggi sono scesi in piazza a Milano per il quarto sciopero globale per il clima. Il corteo, con cartelli e maschere, è partito da piazza Cairoli e si è snodato per le vie del centro.“A oggi il decreto clima è stato svuotato dei suoi contenuti più importanti. È insufficiente perché i tempi della transizione ecologica sono troppi lunghi” denunciano gli attivisti milanesi ricordando che “Venezia non si salverà se diventerà plastic free, ma si salverà se cambierà il modello di sviluppo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Clima, gli italiani sono i più ottimisti. Peccato siano pure sempre più incollati all’auto

next
Articolo Successivo

Milano, blitz dei manifestanti di Fridays for future contro Amazon. Pacchi davanti al negozio: “No a modello economico basato su sfruttamento”

next