Aveva filmato col telefonino gli incontri che avvenivano col prete nella canonica della parrocchia perché non voleva più subire abusi. Così una dodicenne ha fatto arrestare don Michele Mottola, parroco a Trentola Ducenta sospeso a maggio dalla diocesi di Aversa.

“Lasciami stare, non mi devi più toccare”, diceva la ragazzina nella registrazione, ma il prete le rispondeva: “È solo un gioco, non facciamo niente di male”. Parole che finite negli audio consegnati dai genitori della bimba nel maggio scorso ai poliziotti del Commissariato di Aversa e fatti ascoltare alla diocesi, che ha subito sospeso don Michele dal servizio, informando la Procura di Napoli Nord.

Nel frattempo gli investigatori della polizia guidati da Vincenzo Gallozzi hanno raccolto anche delle testimonianze. Il cerchio sulla ricostruzione della vicenda si è chiuso con l’incidente probatorio che ha messo vittima e carnefice uno di fronte all’altro; la coraggiosa bambina ha confermato che gli abusi andavano avanti da tempo, mentre don Michele si è difeso dicendo che la minore stava farneticando. Intanto i genitori della bimba si sono rivolti al programma tv Le Iene perché la vicenda emergesse in tutta la sua drammaticità.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Crotone, divieto di dimora per il sindaco Ugo Pugliese. “Irregolarità su affidamento della gestione della piscina comunale”

prev
Articolo Successivo

Consip, pm Roma rinnova richiesta archiviazione per Tiziano Renzi e altri nove: gip non decide e fissa altre due udienze

next