Arriva una stretta sui concessionari autostradali: la bozza riduce all’1% la quota di ammortamento deducibile dei beni gratuitamente devolvibili alla scadenza di una concessione, come gli investimenti per fare le strade. Attualmente invece l’ammortamento di questi investimenti è integralmente deducibile per la quota imputata a bilancio. La norma si rivolge espressamente alle “imprese concessionarie di costruzione e gestione di autostrade e trafori” e si applica già “al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019”. La revisione vale anche per la deducibilità del costo dei beni materiali strumentali per l’esercizio dell’impresa e dei diritti d’uso di opere d’ingegno o brevetti. La lobby dei concessionari, Aiscat, è già sul piede di guerra e minaccia “un blocco generale degli investimenti nel settore autostradale, penalizzando fortemente lo sviluppo del sistema infrastrutturale”. Per il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri la norma “è una limatura assolutamente sostenibile, non è punitiva”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manovra, cosa cambia per le famiglie nel 2020: non c’è la ‘carta bimbi’, il bonus bebè è per tutti e aumenta il voucher nido per i redditi bassi

next
Articolo Successivo

Fca-Psa, via libera alla fusione alla pari tra i due gruppi: “Saremo leader della mobilità sostenibile, senza chiusure di stabilimenti”

next