Salgono i tagli alla spesa pubblica improduttiva e si delineano i contorni delle altre entrate, come la web tax e la tassa sulla plastica“. Sono le parole del ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, intervistato a “Effetto Giorno” (Radio24) sui dettagli della manovra approvata stanotte e sulle relative coperture.

Boccia conferma che non ci sarà il superticket, ribadisce la presenza del taglio del cuneo fiscale ammontante a 3 miliardi e l’esistenza di un Fondo Famiglia da 600 milioni di euro. E spiega: “I tagli alla spesa pubblica improduttiva sono cresciuti (rispetto alle bozze di manovra della vigilia, ndr) e ammontano a 2,7 miliardi di euro. Nuove entrate sono garantite anche dalla tassa sulla plastica da 800 milioni, ma che a regime salirà fino a 1,4 miliardi, e dalla web tax che, pur non essendo la versione strong da me portata avanti in questi anni, dovrebbe incassare fino a 700 milioni di euro“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ex Ilva, la maggioranza alle prese con il ‘no’ di 17 senatori M5s al nuovo scudo penale: rinviato di 6 giorni l’esame del decreto Salva-Imprese

next
Articolo Successivo

Borghi a Conte: “Di chi fa gli interessi? Con noi diceva sempre ‘sì’, poi arrivavano le sorprese”

next