“Nella manovra c’è la previsione dell’abolizione del superticket dal primo settembre. Sono già in bilancio le risorse necessarie a coprire il periodo dal 1 settembre al 31 dicembre 2020, nonché le poste per le annualità successive. Possiamo dire che dal 1 settembre” prossimo “il superticket non sarà mai più pagato da nessuno nel nostro paese”. A confermarlo il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo a un’interrogazione durante il question time alla Camera. Il superticket rappresenta “un elemento di discriminazione e disuguaglianza, una ‘diga’ all’accesso di tante persone al Ssn. La scelta fatta ieri dal consiglio dei Ministri rappresenta una vittoria dello Stato”, ha aggiunto Speranza

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Paolo Bonaiuti è morto, addio allo storico portavoce di Berlusconi. Fu per tre volte sottosegretario a Palazzo Chigi. Poi seguì Alfano

next
Articolo Successivo

Ex Ilva, la maggioranza alle prese con il ‘no’ di 17 senatori M5s al nuovo scudo penale: rinviato di 6 giorni l’esame del decreto Salva-Imprese

next