Due medici e un infermiere dell’ospedale “Ruggi d’Aragona” sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Salerno per la morte in ospedale di una 12enne. La ragazzina era arrivata in condizioni critiche il 14 agosto dopo un malore e da qualche giorno soffriva di febbre alta. Poco dopo il ricovero è morta, probabilmente a causa di un attacco cardiaco. Ieri è stata eseguita l’autopsia, ma l’esame non ha sciolto nessun dubbio. Ora si attende la relazione del medico legale, incaricato dalla Procura della Repubblica di Salerno, Giuseppe Consalvo, per chiarire, eventualmente, le cause della morte. “In merito al decesso della bimba di 12 anni – si legge in una nota dell’ospedale – non essendovi cause evidenti attribuibili a giustificazione dell’exitus, si è preferito, dal reparto di pediatria, fare comunicazione dell’evento all’autorità giudiziaria“. Il magistrato ha disposto il sequestro della salma, sospendendo i funerali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Addio a Giovanna Maggiani Chelli, presidente dell’associazione familiari vittime della strage di via dei Georgofili e blogger del Fatto.it

next
Articolo Successivo

Giovanni Buttarelli morto a 62 anni a Milano: dal 2014 era il Garante europeo della privacy

next