“Oggi la politica è rappresentata da gente che ha degradato il lavoro. Nel lavoro consiste buona parte della dignità dell’uomo.E ci si domanda che valore abbia l’articolo 1 della Costituzione. La verità è che i primi a non considerarla sono i partiti della sinistra, del cosiddetto centrosinistra” Lo disse nel giugno del 2017 lo scrittore Andrea Camilleri, morto oggi all’ospedale Santo spirito di Roma dove era ricoverato da un mese, conversando con gli studenti del Liceo classico Empedocle di Agrigento, nel corso di una affollata “Serata Camilleri” organizzata nell’ambito del Festival della Strada degli Scrittori.“Voglio darvi un consiglio – ha poi aggiunto – rifate la politica che è diventata quasi sinonimo di disonestà. Ricordatevi Pericle, il discorso che fa sulla democrazia. Applicatelo. Voi giovani siete in condizioni di farlo”. L’autore di Montalbano ha invitato i ragazzi a “non credere ai Renzi e ai Cinque Stelle perché sono già cadaveri”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Andrea Camilleri, l’intervista di Silvia Truzzi nel 2013: “Agli italiani non piacciono i politici che ragionano e agiscono con onestà”

prev
Articolo Successivo

Sara Tommasi ha abortito: “Costretta ad interrompere la gravidanza per riprendere le cure”

next