“Oggi la politica è rappresentata da gente che ha degradato il lavoro. Nel lavoro consiste buona parte della dignità dell’uomo.E ci si domanda che valore abbia l’articolo 1 della Costituzione. La verità è che i primi a non considerarla sono i partiti della sinistra, del cosiddetto centrosinistra” Lo disse nel giugno del 2017 lo scrittore Andrea Camilleri, morto oggi all’ospedale Santo spirito di Roma dove era ricoverato da un mese, conversando con gli studenti del Liceo classico Empedocle di Agrigento, nel corso di una affollata “Serata Camilleri” organizzata nell’ambito del Festival della Strada degli Scrittori.“Voglio darvi un consiglio – ha poi aggiunto – rifate la politica che è diventata quasi sinonimo di disonestà. Ricordatevi Pericle, il discorso che fa sulla democrazia. Applicatelo. Voi giovani siete in condizioni di farlo”. L’autore di Montalbano ha invitato i ragazzi a “non credere ai Renzi e ai Cinque Stelle perché sono già cadaveri”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Andrea Camilleri, l’intervista di Silvia Truzzi nel 2013: “Agli italiani non piacciono i politici che ragionano e agiscono con onestà”

next
Articolo Successivo

Sara Tommasi ha abortito: “Costretta ad interrompere la gravidanza per riprendere le cure”

next