Un attentato incendiario è stato compiuto a Napoli ai danni dello scooter del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, protagonista di diverse battaglie contro l’illegalità. Lo rende noto lui stesso con una diretta sul suo profilo Facebook. Borrelli stava facendo, con il consigliere della prima Municipalità, Gianni Caselli, un sopralluogo nella zona di Riva Fiorita “per monitorare il problema dei parcheggiatori abusivi della zona”. “Un gesto criminale e vigliacco, che di certo non fermerà la mia determinazione nel portare avanti la battaglia per la legalità in questa città – dice Borrelli – Non ho mai avuto paura delle intimidazioni ricevute che, per quanto mi riguarda, sono il segno che stiamo lavorando nella giusta direzione. Il mio scooter era già stato oggetto di altre rappresaglie dopo le denunce ad alcuni parcheggiatori abusivi. In particolare a Santa Lucia mi distrussero il parabrezza e a via Costantinopoli mi tagliarono le ruote. I delinquenti devono sapere che non arretreremo di un solo centimetro, anzi saremo ancora più duri”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nave Alex, i deputati di Leu e la società civile: chi ha creato la ong Mediterranea

prev
Articolo Successivo

Genova, 200 euro di multa a un senzatetto: per la polizia municipale è “colpevole” di dormire in strada

next