Alessandro Di Battista ha presentato, ieri sera al Festival del Libro Possibile di Polignano a Mare, il suo Politicamente scorretto, edito da Paper First. “Il dibattito sulle Ong mi annoia” ha spiegato, dialogando con il direttore de Il Tempo, Franco Bechis e Alessio Giannone, in arte Pinuccio. L’immigrazione, per Di Battista, è un argomento che va affrontato non con “gli slogan ‘Aiutiamoli a casa loro’, ma evitando di sottrarre all’Africa la propria ricchezza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alitalia, Di Maio: “Atlantia vuole fare un’offerta? Va bene, ma niente scambi con concessioni autostradali”

next
Articolo Successivo

Flat tax, Di Battista: “Non sono contrario, ma venga accompagnata dalla galera per coloro che evadono”

next