“La procedura di caducazione (del contratto, ndr) è una scelta evidentemente politica. Oggi abbiamo un dossier che ci dice che tecnicamente e giuridicamente ci sono tutte le condizione per revocare la concessione” ad Aspi, Autostrade per l’Italia, controllata di Atlantia, la holding della famiglia Benetton. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, a margine di un convegno presso il dicastero, dedicato alle norme sulle costruzioni. “Se la Lega non vuole aggiungersi alla lista degli avvocati dei Benetton ci sono tutte le condizioni – ribadisce Toninelli – perché io firmi, e sono prontissimo, il decreto interministeriale di revoca totale della concessione”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Carola Rackete, Luttwak: “Una fuorilegge”. E attacca Papa, giudici, Lerner e Strada: “Per loro legge è facoltativa”

prev
Articolo Successivo

Ue, Senaldi vs Fusani: “Sassoli? Telegiornalista era e speaker rimane. Carica ininfluente”. “Frase molto poco rispettosa”

next