Orlando Martinez, Dan Myers e Scott Smith, detective di Los Angeles – all’epoca dei fatti in carica per le indagini sul decesso di Michael Jackson – raccontano tutta la verità sulla morte del Re del Pop nel documentario esclusivo Killing Michael Jackson, in onda questa sera, lunedì 24 giugno, alle 21.25 sul Nove. Ripercorrendo gli sviluppi dell’inchiesta, Martinez sottolinea l’importanza dei risultati emersi dall’autopsia: “L’esito dell’esame tossicologico ha segnato una vera svolta perché ha dato un nuovo slancio alle indagini. Anzichè andare a intuito, potevamo basarci sui fatti”, mentre il collega  Myers aggiunge: “Abbiamo cominciato a farci delle domande: cos’era accaduto? E quanto era grave?”.  Smith conclude accennando ai sospetti contro il dottore personale di Jackson, Conrad Murray, colpevole di aver provocato la morte del cantante con una dose fatale dell’anestetico Propofol: “I risultati dell’esame tossicologico dicevano una cosa e il Dottor Murray ne diceva un’altra. Il tutto non tornava perchè era impossibile che la sua versione reggesse alla luce di queste scoperte. C’era abbastanza Propofol da riuscire a stendere un rinoceronte”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Caduta Libera, Nicolò Scalfi porta in studio la fidanzata Sara: il commento di Gerry Scotti imbarazza il pubblico

prev
Articolo Successivo

Temptation Island 2019, tre coppie già in crisi. Andrea e Jessica dovevano sposarsi ma sono ai ferri corti: “Ne ho viste troppe, mi fai schifo”

next