Ospite domenica sera a Che Tempo che fa di Fabio Fazio su Rai1, Jean Todt dopo aver commentato la situazione attuale della Ferrari,  si sofferma su Mick Schumacher che ha iniziato a correre in Formula 2: “ Ha del talento, ma bisogna dargli un po’ di tempo. Io gli sto molto vicino”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jean Todt a Che tempo che fa ricorda Niki Lauda: “Io in Ferrari grazie a lui, Montezemolo mi ha preso dopo avergli parlato”

next
Articolo Successivo

Domenica In, Mara Venier non trattiene le lacrime: abbracci e saluti nella puntata finale

next