Jean Todt ospite questa sera di Fabio Fazio su Rai1  racconta così il primo incontro con Niki Lauda, grande pilota legato alla Ferrari: “Quando il mio nome è stato pronunciato in Ferrari, Montezemolo aveva come consigliere Niki Lauda. Uno dei miei primi incontri, ed esami, è stato incontrarlo a casa sua per raccontargli le mie proposte, la mia visione sulla Formula Uno. Niki Lauda ha poi parlato con Montezemolo ed è stato deciso di prendermi”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Domenica In, Mara Venier a Renzo Arbore: “Mi hai tradita con le ballerine. Ora puoi dirlo”. Ma lui la gela così

prev
Articolo Successivo

Jean Todt a Che tempo che fa: “Mick Schumacher ha talento, bisogna dargli un po’ di tempo. Io gli sto molto vicino”

next