Michael Keaton (1989-1992)

È il Batman gotico e piuttosto violento di Tim Burton che aveva diretto Keaton anche un anno prima in Bettlejuice. Keaton regala una doppia interpretazione, sia nella matrice Batman che nel sequel del ’92 Batman Returns, carica di magnetismo dallo sguardo penetrante e dalla voce ruvida e roca. Celebre la battuta di risposta al “chi sei?” nella sua prima apparizione, quando tiene per il bavero un delinquente sospeso nel vuoto: “Sono Batman”.

Val Kilmer (1995)

Un unico titolo (Batman Forever) per un grande disastro. Kilmer subentra a Keaton per un Batman meno dark e più family-friendly fumettoso, con momenti di straordinaria e volontaria ilarità come quando Nicole Kidman gli sfiora arrapata i finti pettorali della tuta. È il più raffazzonato e inqualificabile Batman della saga.

George Clooney (1996)

È il Batman piacione e dinoccolato più improbabile della storia. Già il film sembra un Flash Gordon camuffato da telefilm anni sessanta, Clooney qui ci mette quel tocco di charme e di fascino indiscreto che c’entra poco o nulla con le tenebre esistenziali del sofferente uomo pipistrello. C’è pure un Robin da piangere. What else? Niente, grazie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Chi è Luther Blissett?” Al Biografilm il doc sul progetto culturale che anticipò le moderne fake news e beffò giornali e tv. Il trailer

next
Articolo Successivo

Festival di Cannes 2019, Rocketman è anche più bello di Bohemian Rhapsody. Il biopic su Elton John funziona

next