Una fila lunghissima aspettava domenica 28 aprile fuori dal Teatro degli Arcimboldi di Milano l’apertura delle selezioni per i workshop che si terranno all’interno di OnDance, la grande festa della danza di Roberto Bolle che quest’anno replicherà a Napoli dal 18 al 19 maggio e a Milano dal 26 maggio al 2 giugno.

Una moltitudine di ragazzi, giovani talenti dai 16 ai 23 anni, ordinati ed emozionati con il sogno negli occhi di poter incontrare e addirittura lavorare con il loro idolo. I selezionati infatti, oltre a studiare per una settimana con i maestri di caratura internazionale scelti da Bolle per questi workshop, lavoreranno con lui anche ad una coreografia per il grande show finale previsto in piazza del Duomo per domenica 2 giugno accanto a star della danza e dello spettacolo. Un’occasione unica e rara “In Italia è molto difficile emergere, non ci sono grandi possibilità”, afferma l’Étoile della Scala nel video. Una giornata intensa di eliminazioni, promozioni, pianti e sorrisi che ha portato a selezionare il gruppo di 32 giovani ballerini che per una settimana “giocheranno con i grandi” per realizzare il loro sogno o studiare per farlo. I workshop – completamente gratuiti che prevedono anche l’alloggio per i ragazzi che vengono da fuori città –  non sono che una delle mille iniziative dei due appuntamenti previsti per OnDance su Napoli e Milano, attesissimi dopo il successo della prima edizione dell’anno scorso. Tutte le info e le iscrizioni su ww.ondance.it.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ambra Angiolini non vuole sposare Massimiliano Allegri: “Non sento l’esigenza, lo amo e può bastare”

prev
Articolo Successivo

Incendio nel “Bosco dei Cento Acri” di Winnie the Pooh: distrutta la foresta dove sono ambientate le avventure dell’orsetto

next