Tra i tanti consigli più o meno verificati a livello medico-scientifico che inondano il web riguardo alla gradualità con cui affrontare il passaggio all’ora legale, ce ne sono diversi che invitano ad anticipare giorno per giorno nella settimana precedente al cambio il coricarsi di dieci minuti (in modo da guadagnare in pochi giorni quell’ora che andrà persa in automatico), ma soprattutto ce n’è uno che andrebbe esteso ai mesi di ora legale ed utilizzato comunque anche durante l’ora solare: nel buio naturale della notte utilizzare il meno possibile le luci intense di tablet, smartphone e pc.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nonna dà alla luce la sua nipotina come madre surrogata: “Volevo vedere mio figlio e il suo compagno con in braccio la loro bambina”

next
Articolo Successivo

Fedez: “Ecco la verità sul perché ho rotto con Fabio Rovazzi”

next