Lo psicologo David A. Ellis ha esaminato un campione di oltre 2 milioni di appuntamenti divisi in circa vent’anni di tempo presi sui luoghi di lavoro pubblici e privati nella settimana immediatamente dopo e immediatamente prima il cambio dell’ora legale. I risultati, nemmeno a farlo apposta, danno un aumento dei ritardi dell’11% post spostamento delle lancette di un’ora.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nonna dà alla luce la sua nipotina come madre surrogata: “Volevo vedere mio figlio e il suo compagno con in braccio la loro bambina”

next
Articolo Successivo

Fedez: “Ecco la verità sul perché ho rotto con Fabio Rovazzi”

next