Conti pubblici

L’Italia torna in recessione. Pil affossato dal calo di consumi e investimenti

I dati Istat – Anche nell’ultimo trimestre 2018 il Prodotto interno lordo è calato. Pesano la frenata di Germania ed Eurozona, ma anche le tensioni sul Bilancio

Sotto il giubbotto niente di

Non sappiamo ancora se quello dei 177 migranti sulla nave Diciotti fu un sequestro e se Salvini ne risponderà in Tribunale. Ma sappiamo già che un sicuro sequestro è in atto in queste ore: quello del cervello di milioni di italiani poco o male informati che, concentrati sugli eventuali reati commessi dal ministro dell’Interno nell’agosto […]

Sea Watch

“Finalmente terraferma”. I 47 migranti a Catania

Fine del calvario – Tra canti e applausi, lo sbarco avvenuto dopo 12 giorni: 15 minori sono stati affidati ai servizi sociali del comune etneo, gli adulti trasferiti all’hotspot di Messina

Torino – La “Fortezza Bastiani” a Orbassano

Una landa deserta a bassa velocità. C’era una volta uno scalo merci

Grandi opere . Il Tav dovrebbe servire al traffico commerciale, ma qui ci sono erbacce e binari arrugginiti

Primo obiettivo crescita ma basta sfide a Bruxelles

Una manovra correttiva sarebbe dannosa. L’unica speranza: accelerare i cantieri

Commenti

Rodotà succube dei neoliberisti? Ma per favore…

Scopro leggendo un commento ospitato dal Fatto del 31 gennaio che Stefano Rodotà fu culturalmente succube del neoliberismo! Mio padre mi disse un tempo di evitare scrupolosamente i litigi con gli incompetenti perché chi guarda da fuori potrebbe non capire la differenza! Mi sono sempre attenuto a questo insegnamento e credo che i lettori del […]

di
Lo dico al Fatto

Grammatica. Un conto è l’analfabetismo, un altro l’uso della lingua, che è viva e varia

  Gentile SIlvia Truzzi, a proposito del suo articolo sull’analfabetismo di ritorno mia moglie, vecchia maestra ottantenne in pensione, ha detto che oggi si pretende di non rispettare le regole. Tutte le cosiddette novità, che purtroppo anche l’Accademia della Crusca ritiene di dover accettare, sono soltanto l’ignoranza delle regole grammaticali e linguistiche. Oggi si vuol […]

Diciotti, solo Salvini deve risponderne

Nel dibattito suscitato dalla decisione del Tribunale dei ministri di richiedere al Parlamento l’autorizzazione a procedere contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini per il reato di sequestro di persona aggravato in relazione all’episodio della nave “Diciotti” rimasta attraccata nel porto di Catania per molti giorni senza che fosse consentito ai migranti di sbarcare, si sono […]

di

Politica

I candidati: una selva di sigle

  Marco Marsilio candidato del centrodestra in quota Fratelli d’Italia, ha sempre vissuto a Roma e ha trascorsi nel Movimento sociale italiano, Alleanza nazionale e Popolo delle Libertà prima dell’approdo da Giorgia Meloni. La sua candidatura è sostenuta da sei liste. Lega, Fratelli d’Italia, Forza italia, Azione politica, Popolo della famiglia-Popolari per l’Italia e Udc-Dc-Idea, […]

La corsa al vertice

Consob, per Minenna niente aspettativa se farà il presidente

La partita che sembra tutta interna al Movimento Cinque Stelle sulla nomina del prossimo presidente Consob sembra lontana dalla conclusione. L’unico nome in corsa in questi mesi è stato quello di Marcello Minenna, dirigente dell’autorità che vigila sulla Borsa a capo delle analisi quantitative. Tra le ultime indiscrezioni sulla sua mancata nomina, anche presunte perplessità […]

Il reportage

La disfida di “Sara” tra un fascio romano e il grigio Legnini

Abruzzo – Il 10 febbraio si vota per le Regionali: Marcozzi (M5S), Marsilio (centrodestra) e l’ex vicepresidente del Csm inciucista

Cronaca

Roma

Raggi scrive a Tria: sgomberate il (vostro) palazzo da CasaPound

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha scritto una lettera al ministero dell’Economia per chiedere di avviare le procedure per lo sgombero della sede di CasaPound a Roma. La lettera arriva dopo l’approvazione di una mozione, approvata in consiglio comunale martedì scorso con i voti di Pd e M5S, che impegna la sindaca “ad attivarsi […]

La sentenza in primo grado

Crac Etruria, ex vertici condannati a 5 anni per bancarotta

Condannati in primo grado gli ex vertici di Banca Etruria dal giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Arezzo Giampiero Borraccia nel processo per bancarotta. Cinque anni di reclusione per l’ex presidente Giuseppe Fornasari e l’ex direttore generale Luca Bronchi, imputati di bancarotta fraudolenta per il dissesto dell’istituto di credito aretino. Il giudice ha poi condannato […]

Catania – Il Flauto magico della “fratellanza”

Il Grande Oriente d’Italia esulta: “Finalmente in scena il vero Mozart massone”

Aprite i teatri, arrivano i massoni. Dieci giorni fa Catania ha fatto da apripista e adesso il Grande Oriente – la più grande obbedienza italiana – è pronto a promuovere in tutto il Paese cartelloni all’insegna della Luce. In barba a chi scredita la “fratellanza”. “il 20 gennaio – proclama entusiasta il Goi sul proprio […]

di

Economia

Trasferimento “volontario”

Sky licenzia 2 croniste: non avevano firmato per andare a Milano

L’ultimo atto, ricorso al giudice a parte, è di ieri: due giornaliste licenziate, la quarta e la quinta (tutte donne) da quando, due anni fa, ha avuto inizio il trasferimento “volontario” dei lavoratori Sky da Roma a Milano con la cacciata di decine di tecnici e amministrativi. Una procedura realizzata con un atto di forza […]

Cassa integrazione Alitalia, indaga la Corte dei conti

I pm contabili aprono un fascicolo sull’uso degli ammortizzatori sociali

di
Il report di dicembre

Lavoro: disoccupati in calo, ma crescono i contratti a termine

I dati Istat sul lavoro di dicembre somigliano molto a quelli che abbiamo spesso visto negli ultimi anni: mostrano un aumento degli occupati precari e un crollo di quelli stabili rispetto al mese precedente. Quindi sembra assente l’effetto del decreto Dignità, entrato del tutto in vigore il primo novembre 2018 con l’obiettivo di innescare, disincentivando […]

di

Mondo

Gran Bretagna

Morto a 95 anni Stewart Adams, l’uomo che inventò l’ibuprofene

Voleva trovare un farmaco contro l’artrite reumatoide che non avesse effetti collaterali. Invece Stewart Adams, morto ieri a 95 anni, scoprì una delle medicine più utilizzate al mondo: l’ibuprofene. Classe 1923, nativo di Byfield, nel Northamptonshire, lasciò la scuola a 16 anni e iniziò un apprendistato in una farmacia gestita da Boots, quella che sarebbe […]

La storia

Mueller “sorvegliato speciale” dagli hacker

Russiagate – Documenti riservati del procuratore finiscono nel profilo @HackingRedstone

Venezuela

Su Guaidó Italia a ranghi sparsi: “No a ingerenze”

L’Ue crea gruppo di contatto ma dissentono M5S, Lega e parte del Pd. Picchi a sorpresa: “Per noi Maduro al capolinea”

Cultura

Arte

Rembrandt e la tolleranza nelle incisioni

Se oggi Amsterdam (e l’Olanda tutta) è riconosciuta come la patria della tolleranza, non è solo per la “trasgressiva” (e amena) presenza dei coffee-shop autorizzati, ma per la sua Storia: nel ’600, infatti, mentre il resto dell’Europa conosce lotte religiose (cattolici contro protestanti: in Spagna e in Italia si viene torturati se solo si professa […]

di
Libro Bambini

Tutte le famiglie si somigliano, anche quelle arcobaleno

L’amicizia tra Pearl e Matilda, “la bambina con due papà che si vogliono bene”

Il fumetto

Una casa di riposo piena di misteri e il vero orrore: diventare vecchi

Sono così pochi i tabù rimasti che è una notizia quando se ne riesce a violare uno. Ci provano Marco Taddei e Simone Angelini, che si sono fatti conoscere con lo straniante Anubu (prima sul web e poi in libreria), i due talenti di un genere inclassificabile del fumetto italiano. Quattro vecchi di merda, come […]

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sul Fatto del 31 gennaio – Tav, la società Telt dietro i numeri per difendere l’opera

prev
Articolo Successivo

In Edicola sul Fatto del 2 Febbraio: votare sì o no a Salvini? Sei opinioni sul processo al ministro

next