Matteo Dall’Osso del M5s? È passato a Forza Italia perché ha detto che il M5s umilia i disabili. Dal’Osso non è stato corteggiato da noi, ma ha autonomamente deciso di aderire a un partito. Lui tra tanti partiti ha scelto proprio Forza Italia. Significherà qualcosa”. Sono le parole del deputato di Forza Italia, Giorgio Mulè, nel corso de “L’Italia s’è desta”, su Radio Cusano Campus, a proposito del passaggio del deputato pentastellato Matteo Dall’Osso dal M5s al partito di Berlusconi. E aggiunge: “Leggo sempre che quelli di Forza Italia scappano e vanno nella Lega o in altri partiti. In realtà noi non abbiamo perso nessun deputato da inizio legislatura, anzi ne abbiamo guadagnato uno. E non un transfuga qualsiasi, ma un parlamentare del M5s”.
Mulè poi accusa: “Oltre all’emendamento sui disabili, è stata anche bocciata la nostra proposta di istituire un fondo per gli orfani delle vittime di femminicidio. E’ stata una bastardata. Questi vogliono dare 10 miliardi di euro per il reddito di cittadinanza e invece quel fondo, proposto dall’onorevole Carfagna, ne richiedeva alcuni milioni. Ci hanno detto di no e lo hanno pure ribadito. Complimenti al governo degli ultimi che dice di occuparsi degli ultimi. Ecco come si occupa degli ultimi”.