“I tre impegni che abbiamo preso e che cominciamo a mettere in pratica sono il superamento della legge Fornero che vedrà la possibilità, non l’obbligo, di andare in pensione con alcuni anni di anticipo rispetto a quella vigliacca riforma senza penalizazione”. Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini, durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi insieme al ministro dell’Economia, Giovanni Tria, e i due vicepremier Luigi Di Maio al termine del vertice sul Def.“Abbassiamo gli obiettivi di deficit nel 2020 e nel 2021 tenendo il 2,4% quest’anno, senza sacrificare le misure fondamentali che restano finanziate e che sono il cuore di una legge di bilancio – ha aggiunto Di Maio – Una legge che per la prima volta invece di far pagare al popolo ripaga il popolo italiano di tante ruberie e tanti sprechi”

 

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Manovra, ok alla Nota sul Def al vertice del governo: “Deficit al 2,4% nel 2019, 2,1 al 2020, 1,8 al 2021”

next
Articolo Successivo

Manovra, Conte: “Deficit 2,4% nel 2019”. Ma il governo non dà il dato di crescita del Pil. E non vuole domande dai cronisti

next