Scintille tra Matteo Renzi e Gianni Cuperlo all’Assemblea del Pd. Il senatore dem, nel suo discorso, non ha risparmiato critiche alla minoranza interna ai tempi della sua segreteria. Poco dopo, gli ha risposto direttamente dal palco Gianni Cuperlo: “Io non vedo nostalgie, oggi non si può cantare ‘Bandiera rossa’ ma nemmeno sostituirla con ‘Uno su mille ce la fa’ -ha spiegato Cuperlo– Matteo, io posso aver detto un sacco di cose sbagliate, aver fatto errori e detto cazzate ma la mia piccola e modesta storia quella non la calpestare. Io ho detto quello che pensavo, ho fatto le mie battaglie, quasi sempre le ho perse, non mi sono candidato ma ho fatto la campagna elettorale con la pancia a terra. Ora sono in cassa integrazione a zero ore, come tutti i dipendenti Pd, e sto cercando un lavoro”.