Scintille tra Matteo Renzi e Gianni Cuperlo all’Assemblea del Pd. Il senatore dem, nel suo discorso, non ha risparmiato critiche alla minoranza interna ai tempi della sua segreteria. Poco dopo, gli ha risposto direttamente dal palco Gianni Cuperlo: “Io non vedo nostalgie, oggi non si può cantare ‘Bandiera rossa’ ma nemmeno sostituirla con ‘Uno su mille ce la fa’ -ha spiegato Cuperlo– Matteo, io posso aver detto un sacco di cose sbagliate, aver fatto errori e detto cazzate ma la mia piccola e modesta storia quella non la calpestare. Io ho detto quello che pensavo, ho fatto le mie battaglie, quasi sempre le ho perse, non mi sono candidato ma ho fatto la campagna elettorale con la pancia a terra. Ora sono in cassa integrazione a zero ore, come tutti i dipendenti Pd, e sto cercando un lavoro”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pd, Martina contro Renzi: “Ingiuste critiche a Gentiloni”. Sala: “Non può più fare la guida”. Lui: “Io polemico? Solo politica”

prev
Articolo Successivo

Toscana, il Pd comincia ad avere paura della Lega: spunta l’idea di ricambiare la legge elettorale (e togliere il ballottaggio)

next