“Abbiamo discusso a lungo e il 3 luglio verrà inviato lo studio di fattibilità, quindi Torino partecipa al percorso. Ci sarà una discussione lunedì in Consiglio comunale in cui dettaglieremo quanto è contenuto e qual è il modello di Olimpiadi, e Luigi Di Maio porrà a livello governativo quelle che sono le tematiche che ha posto anche il gruppo consiliare che secondo noi sono da modello per quanto riguarda la gestione di un evento. I rapporti sono ricuciti e siamo compatti nel mandare avanti la candidatura della città”. Sono le parole della sindaca di Torino, Chiara Appendino, dopo l’incontro durato più di tre ore tra maggioranza consiliare e il capo politico del M5s, Luigi Di Maio, sulla candidatura del capoluogo piemontese alle Olimpiadi invernali 2026.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gay Pride, il sindaco Sala in testa al corteo canta “Bella Ciao”: “Milano isolata, ma sui diritti non si arretra”

prev
Articolo Successivo

Lega, le voci da Pontida: “Ong? Non ci servono prove”. Su M5s: “Sono come noi”. Ma c’è chi spera che Salvini rompa

next