Stavano aspettando il pullman per andare in gita a Praga quando un furgone è piombato su di loro. Due i morti: una donna di 74 anni, residente a Empoli, deceduta sul colpo e un 81enne originario della provincia di Salerno, arrivato in gravissime condizioni al pronto soccorso dell’ospedale. La polizia stradale ha arrestato l’uomo alla guida, un quarantenne della provincia di Lucca, contestandogli il duplice omicidio stradale. Il sospetto, fanno sapere gli agenti, è che il conducente fosse sotto l’effetto di cocaina. Si attendono ora gli esami di laboratorio.

L’episodio è avvenuto all’alba alla periferia di Massa, in Toscana, sulla statale Aurelia. Nell’incidente sono rimasti feriti altri due anziani e anche il conducente del mezzo che trasportava medicinali. Per ricostruire la dinamica dello scontro sono arrivati sul posto i carabinieri e la polizia stradale: gli anziani, tutti pensionati, stessero attraversando la strada sulle strisce pedonali all’altezza dell’Aci per raggiungere il pullman che doveva portarli in gita a Praga. Il tratto dell’Aurelia è stato chiuso al traffico per i rilievi.

I feriti sono stati trasportati d’urgenza al Nuovo ospedale delle Apuane di Massa. L’uomo alla guida del furgone è stato invece portato all’ospedale Versilia di Lido di Camaiore, in provincia di Lucca, con un trauma cranico e in forte stato di choc, dove poi è stato arrestato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti, traffico su “gommoni di lusso” tra Italia e Tunisia: 13 arresti. “Tra passeggeri anche sospetti jihadisti”

prev
Articolo Successivo

Moby Prince, la verità dopo 27 anni. I pezzi mancanti? I viaggi della petroliera e le colpe degli alti ufficiali della Marina

next