Lo Stato Sociale è la “quota giovane”, “ex indie” (perché l’indie non esiste più, o forse non è mai esistito, come le fatine, gli gnomi e altre creature che abitano i boschi), di questa edizione del Festival. Andiamo subito al punto: Lo Stato Sociale, a Sanremo, fa esattamente quello che ci si aspetta. I cinque si presentano con un brano orecchiabile, con ritornellino orecchiabile. Una cosetta carina, niente di più. Una canzoncina che avrebbe potuto cantare Dj Francesco e nessuno avrebbe fatto uno grinza. Ora, se vai a Sanremo con una cosettacarinanientedipiù (a essere gentili), non sei conosciuto dalla tradizionale platea festivaliera e non canti nemmeno bene, il rischio è che la cosettacarinanientedipiù passi inosservata. Proprio inosservata.

Allora che si fa? L’anno scorso Gabbani ha portato la scimmia che balla e gli è andata bene. Certo, Occidentali’s Karma è un pezzo migliore di Una vita in vacanza, ma questo è un dettaglio trascurabile: quando mai si va al Festival con l’idea che la canzone conti più di tutto? Quindi, dicevamo, la scimmia che balla ha funzionato. Perché non provare con la vecchina che balla? Sì, è vero, l’hanno fatto i Coldplay in un video di qualche anno fa ma pazienza. Semmai uno dice che è una citazione, e arrivederci.

Anche perché è chiaro, di fronte a una vecchina che balla nessuno resterà indifferente. Basti pensare che a Milano, in Corso Vittorio Emanuele, ogni domenica c’è un vecchino che balla al ritmo di hit anni ’90. La gente si ferma, e guarda il suo show. La settimana scorsa, passando di lì, si potevano intercettare conversazioni di questo tipo: “Ma perché la gente si ferma a guardarlo?” “Eh, perché è un vecchino che balla“.

Quindi, va bene. Lo Stato Sociale ha una cosettacarinanientedipiù da presentare. Una cosa buona e giusta sarebbe stata presentarla senza escamotage. Mica perché uno non sa che Sanremo è anche show, intrattenimento, performance. Proprio perché lo sa: se il brano non “regge” e vuoi aggiungerci qualche elemento di coreografia, fallo bene. Oppure ridateci la scimmia che balla: confronto alla vecchiina che balla, è avanguardia.