Pietro Grasso ospite domenica sera di Che Tempo che Fa su Rai1  mostra per la prima volta il simbolo di Liberi e Uguali: “C’è il mio nome, io non lo volevo ma mi hanno detto: è come il braccialetto che si mette ai bambini appena nati. Deve essere il collegamento diretto tra il simbolo e te perché abbiamo pochissimo tempo, siamo appena nati e fra due/tre mesi saremo alle Elezioni, bisogna cercare di far conoscere bene il simbolo. Una caratteristica è il colore amaranto,  che per gli antichi romani  è simbolo di protezione, inoltre c’è liberi  e libere: noi abbiamo come elemento fondante la parità di genere,  le donne come elemento fondante della nostra formazione politica: del resto madri, sorelle, compagne e lavoratrici sono coloro che possono aiutarci a cambiare questo Paese.  Alla domanda di Fazio su come mai ancora non ci siano donne nel gruppo dirigente, il leader di Liberi e Uguali afferma: “noi siamo ancora in fase costituente –  e sull’ipotesi di Laura Boldrini continua – “noi auspichiamo che appena finite queste incombenze da Presidente della Camera possa venire con noi. E poi ci saranno altre donne che entreranno nel gruppo dirigente”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Liberi e Uguali, Grasso: “D’Alema? Comanderò io. L’obiettivo è allargare, nessuna preclusione al Pd dopo il voto”

next
Articolo Successivo

Skinhead Como, Di Battista: “Senza M5S xenofobia sarebbe più forte. Noi siamo un argine”

next