Gianluca Luccarini, presidente dell’associazione familiari delle vittime della strage di Marzabotto, accompagna i dirigenti, gli allenatori e i calciatori della 65 Futa di Loiano-Monghidoro, squadra che milita nella seconda categoria dilettanti bolognese, in visita al sacrario di Marzabotto per rendere omaggio alle vittime degli eccidi nazisti. La visita, organizzata in accordo col sindaco di Marzabotto Romano Franchi, è stata la risposta al gesto di Eugenio Luppi, il calciatore della 65 Futa che domenica scorsa, proprio a Marzabotto, ha esultato dopo un gol con un braccio teso a ricordare il saluto romano e mostrando al pubblico una maglia nera con impressi il tricolore e l’aquila imperiale, simboli della Repubblica Sociale Italiana. Luppi (che poi è stato denunciato per apologia di fascismo), come era stato annunciato, non ha preso parte alla visita col resto dei compagni.