“Non-suspicious death”, “morte non sospetta”. È questa la conclusione del coroner britannico sulla base dei primi accertamenti medico-legali sul caso di Benedetta Podestà, 19 anni da compiere a giugno, la ragazza genovese trovata senza vita nell’appartamento in cui abitava a Londra. Lo riferiscono all’Ansa fonti investigative, precisando che il responso è stato comunicato in questi termini anche all’autorità italiane.
Esclusa dunque al momento ogni ipotesi di giallo o di coinvolgimento di altri nella morte della giovane genovese. La famiglia di Benedetta, s’è appreso, chiede intanto riserbo e rispetto per la propria privacy e il proprio dolore.

La ragazza, di cui la mamma non aveva notizie dal 25 aprile, pare non si fosse sentita bene e per questo non era andata nel pub dove lavorava come cameriera. La mamma l’aveva cercata a lungo ed è stata lei a dare l’allarme.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Papa Francesco su Regeni durante il volo dall’Egitto: “Mi sono mosso, ma colloqui privati devono rimanere tali”

next
Articolo Successivo

Neofascisti a Milano, il prefetto: “Saranno denunciati coloro che si sono esibiti nel saluto romano”

next