“Quanto leggo in queste ore e quanto ho visto in questi anni, mi porta a sottolineare l’importanza della mia personale decisione, sostenuta dalla mia Giunta, di mandar fuori Romeo dalla gestione assolutamente totalitaria del patrimonio immobiliare della città di Napoli“. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, commentando l’arresto dell’imprenditore Alfredo Romeo nell’ambito dell’inchiesta Consip. De Magistris ha affermato che la decisione di togliere la gestione del patrimonio immobiliare comunale a Romeo è stata “importantissima”. “Così – ha aggiunto – come quella di aver rotto il sistema affari, politica e criminalità nella gestione dei rifiuti. L’ internalizzazione del patrimonio – secondo De Magistris – ha rappresentato una delle più grandi operazioni di trasparenza, di legalità, di efficienza e di efficacia messa in campo da questa amministrazione comunale”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Consip, Alfredo Romeo arrestato per corruzione: 100mila euro al funzionario pubblico in cambio di dritte su appalti

prev
Articolo Successivo

Consip, anche l’ex governatore della Campania Stefano Caldoro nel registro degli indagati

next