Il patto Renzi-Franceschini
Matteo Renzi e Dario FranceschiniLe due correnti – renziani e e la franceschiniana Areadem – rappresentano a oggi circa il 67 per cento dei delegati all’assemblea del partito (45 più 20). E’ l’alleanza che ha vinto l’ultimo congresso – ne fa parte anche l’ex sindaco di Torino Piero Fassino – e ha rappresentato la spina dorsale del governo Renzi.

La loro linea è: congresso il prima possibile. Le date saranno decise all’assemblea che sarà messa in programma domenica prossima. Renzi ha rinsaldato il patto con Dario Franceschini che – dalla sua – ha ottenuto dal segretario la garanzia che non si potrà votare prima dell’autunno (cioè settembre/ottobre). Secondo il programma di Renzi e Franceschi, la reggenza del partito – con Renzi dimissionario e candidato alla rielezione da segretario – andrà al presidente Matteo Orfini, che però fa parte di un’altra corrente, i Giovani Turchi.

INDIETRO

Pd tra lealisti, scissionisti, lupi solitari, pontieri: mappa delle fazioni all’assemblea che può portare all’addio

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

D’Alema è già al dopo Pd: “Strumenti in campo inutili. Serve alternativa”. E cita Bobbio e Gramsci

next
Articolo Successivo

Roma, Raggi: “Terza polizza? Io estranea, verificherò con i miei avvocati”

next