Bamboccioni, choosy, sfigati. Ignorati dalla politica e pure maltrattati. Ridicolizzati e offesi dai vertici ministeriali. E se decidono di andarsene, tanto meglio: “perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi”. A dimostrare che l’Italia è un Paese per vecchi è la politica, che prende in giro i giovani. E lo fa letteralmente, con dichiarazioni che provocano bufere mediatiche, sempre scuse tardive, mai le dimissioni. Si va da Padoa Schioppa alla Fornero, fino all’ultimo della lista. Per ora. È il ministro del Lavoro Giuliano Poletti che, parlando ai giornalisti, ha detto che chi “se 100mila giovani se ne sono andati dall’Italia, non è che qui sono rimasti 60 milioni di ‘pistola’”.

Da Padoa Schioppa a Poletti, i giovani offesi dalla politica: bamboccioni, choosy, sfigati. E precari

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Fuga dei cervelli, il ministro Poletti dopo frase infelice: “Non mi dimetto”

prev
Articolo Successivo

Milano, Sala: “So di avere agito sempre nell’unico interesse di Expo. Mai favorito nessuno”

next