Venerdì scorso il tribunale del Riesame di Salerno aveva disposto il suo arresto, ribadendo le accuse di voto di scambio. Pasquale Aliberti, sindaco di Scafati, in un primo momento ha ringraziato tutti per la solidarietà, definendo “terribile” la decisione dei giudici. Parole scritte su Facebook, lo stesso social network dove oggi il primo cittadino del comune salernitano ha comunicato la sua decisione di dimettersi. Per Aliberti non sono scattati gli arresti perché dovrà in merito pronunciarsi la Corte di Cassazione. “Dopo aver preso atto della decisione del Tribunale del Riesame, pur ribadendo la mia completa estraneità rispetto ai fatti che mi vengono contestati – ha scritto Aliberti sul suo profilo Facebook – ritengo doveroso, per correttezza e rispetto delle istituzioni e nell’interesse della città e dei cittadini tutti, fare un passo indietro e lasciare ogni impegno politico, per cui presento le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di sindaco”. Aliberti ha concluso dicendo “grazie a tutti per l’affetto e la vicinanza umana di questi giorni”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Scafati, Riesame dispone l’arresto per il sindaco Aliberti: voto di scambio politico-mafioso

next
Articolo Successivo

Camorra nell’Avellinese: undici arresti tra cui un ex sindaco. “Favori al clan Cava”

next