Una squadra di Pikachu si aggira per Basilea (Svizzera) a catturare turisti e cittadini, vendicandosi! Il video realizzato dall’ufficio del turismo della città svizzera vuole promuovere l’ultima iniziativa: conoscere Basilea tramite l’app più famosa del momento, Pokèmon Go. Nella clip si vedono tanti Pikachu, armati della famosa sfera rossa, che colpiscono le persone mentre meno se lo aspettano. E così un ragazzo cade in una fontana, uno è strattonato mentre passeggia, altri corrono a più non posso per evitare di essere catturati.  Il filmato, che al momento ha quasi 25milioni di visualizzazioni, si conclude lanciando l’iniziativa sul sito della città di Basilea dove è presente un’intera sezione dedicata a chi vuole scoprire le bellezze cittadine grazie al gioco. Inoltre, il 17 settembre a Basilea si terrà il Pokémon Go Festival

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Shannen Doherty: “Il mio cancro sta progredendo”. L’intervista dell’attrice a ‘Entertainment Tonight’

next
Articolo Successivo

Bbc, meteorologa piange in diretta dalle risate. Il conduttore del Tg: “Stai bene?”

next