Cammino di Sant’Antonio: più di 400 km da Venezia/Padova fino a La Verna
Cammino di Sant'Antonio
Il Lungo Cammino di Sant’Antonio è nato nel 2010 come prolungamento dell’Ultimo Cammino, che ripercorre l’ultima giornata terrena del santo portoghese unendo in un tracciato di una ventina di chilometri attraverso le campagne il Camposampiero all’Arcella e la basilica del Santo a Padova. Nel 1995 i frati francescani minori conventuali che custodiscono i santuari dedicati a Sant’Antonio, hanno riportato alla luce e valorizzato il percorso per rievocare le gesta del frate, che nel 1231, prossimo alla morte, si fece trasportare su un carro al Camposampiero. L’itinerario più recente e più lungo invece, è di oltre 400 chilometri (a seconda che si parta da Venezia, Padova o dai santuari Antoniani di Camposampiero) e rievoca la vita itinerante del frate. Passando per sentieri immersi nella natura, tra rocche e badie, si arriva a Montepaolo in Romagna e infine al Santuario di La Verna, in provincia di Arezzo, per un totale di 20 o più tappe. Chi si mette in marcia può richiedere la credenziale e ottenere l’Assidua, l’attestato di avvenuto pellegrinaggio il cui nome deriva dalla biografia di Sant’Antonio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Davide Oltolini morto, il critico enogastronomico stroncato da un malore nel Pavese: aveva 48 anni

next
Articolo Successivo

Wanda Nara, chi è la bionda maggiorata che tiene in pugno calciatori (e presidenti)

next