Quattordici luglio. E’ questa la data fissata per il processo con rito immediato a carico di Fabio Rizzi, l’ex consigliere regionale leghista ed estensore della riforma della sanità lombarda, del suo braccio destro, Valentino Longo, dell’imprenditrice Maria Paola Canegrati , soprannominata “Lady dentiera”, e di altre 10 persone. Rizzi è accusato di aver pilotato una serie di gare d’appalto nel settore dell’odontoiatria.

Lo ha disposto il gip di Monza Emanuela Corbetta che ha accolto la richiesta del pm Manuela Massenz, titolare dell’ inchiesta che a metà dello scorso febbraio ha portato a eseguire 21 provvedimenti cautelari, 9 in carcere, 7 ai domiciliari e 5 obblighi di firma, per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, turbativa d’asta e altri reati. Il dibattimento si svolgerà davanti al collegio presieduto da Alessandro Rossato. Da quanto si è appreso però Rizzi e Longo stanno trattando con la Procura per patteggiare la pena.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Parma, Federico Pizzarotti indagato: “Parleranno i fatti. Solidarietà da sindaci M5s. Direttorio? Non mi ha chiamato”

prev
Articolo Successivo

Simone Uggetti, ai domiciliari sindaco Pd di Lodi. Ha collaborato alle indagini

next