Dopo le polemiche per le dichiarazioni sul boss della ‘ndrangheta Francesco Grande Aracri,  definito in un’intervista “gentile e molto tranquillo”, il sindaco del comune reggiano di Brescello, Marcello Coffrini, supera la bufera, e ottiene la fiducia del consiglio comunale e, insieme, della città intera. Lunedì 29 settembre, infatti, oltre 300 persone si sono riunite nella piazza centrale per manifestare la loro solidarietà a Coffrini. Tra la folla anche i famigliari e i due figli di Francesco Grande Aracri, Salvatore e Paolo. Residente a Brescello, Grande Aracri è stato condannato in via definitiva per associazione mafiosa nel 2008 e ancora oggi è soggetto a regime di sorveglianza speciale. Eppure, nel paese di Don Camillo e Peppone, di mafia nessuno vuole sentire parlare. “Lo dice la stampa che ci sono i clan. Ma non è vero. Questa è una comunità tranquilla“. E il boss Aracri? “E’ gentile, se ha fatto delle cose non le ha fatte qui. Per noi è una brava persona”. In consiglio comunale, poi, la maggioranza di centrosinistra ha riconfermato il sindaco, nonostante la richiesta di dimissioni arrivata dall’associazione Libera di Reggio Emilia e di Parma, e da una parte della minoranza  di Silvia Bia e Giulia Zaccariello

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Operazione Infinito, giudici Milano: “‘Ndrine avevano una talpa nella Dia”

next
Articolo Successivo

Trattativa, boss Cattafi voleva parlare con pm. E 007 interessati alla sua detenzione

next