Proprio così.

Il Comune di Milano regala ad ogni consigliere comunale due biglietti per i concerti di Vasco Rossi il 16 e il 17 giugno a San Siro. Pochi giorni fa è accaduto lo stesso con la prima dell’Aida alla Scala e chissà quante altre volte negli anni passati. I biglietti non sono nominativi, non si sa quanto costino al contribuente, né chi poi li usi, né chi controlli.

Oggi è possibile saperlo perche ce lo ha detto Marco Cappato, radicale neo eletto della Lista Bonino- Pannella.

Perché un consigliere comunale dovrebbe avere dei biglietti gratis???

Che farne allora? Restituendoli finirebbero solo per passare di mano ad altri privilegiati.

Ecco l’offerta di Marco Cappato: “Restituisco ai milanesi i due biglietti”. Basta andare sul suo profilo facebook e rispondere al post per partecipare al sorteggio che si terrà alle ore 16.00 di oggi.

PS: per chi volesse rivedere un’altra restituzione radicale, quella dei soldi del finanziamento pubblico dei partiti che facemmo nel 1997, la trova qui.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Petizione online per chiedere
le dimissioni di Brunetta

next
Articolo Successivo

Ammazziamo il porcellum, l’idea
di un referendum per abolire le liste bloccate

next