/

di Elisa Murgese | 26 giugno 2017

“La vita da expat a Londra? Frustrante. Ma se in Italia c’è rassegnazione, qui puoi fare carriera”

Mario Palmieri, napoletano di 24 anni, da due vive nel Regno Unito. E' partito dopo avere abbandonato gli studi perché non sapeva come pagare le tasse universitarie. E oggi lavora come copywriter. "Molti expat dicono che le porte di Londra sono aperte, ma la realtà è ben diversa". Però, per la prima volta guarda al futuro con fiducia. “E questo per un giovane italiano vuol dire molto”
Lavoro, dal 2008 al 2015 mezzo milione di italiani fuggiti all’estero. E ora se ne vanno anche gli immigrati dell’Est Europa

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×